Insegnare il futuro. Astrati, soluzioni per la Stampa 3D

Ad Astrati sono arrivate due mail molto simili:

Si chiede la nostra partecipazione per redigere le linee guida per la formazione di alcune figure specifiche professionali che usciranno dagli istituti professionali superiori ovvero un percorso formativo parallelo all’università (un alta formazione professionalizzante) che risponda ai bisogni reali delle aziende.

Nel giro di una settimana ci troviamo a fare Genova – Trieste e Genova  – Busto arsizio in macchina.

A Trieste incontriamo Marco Simonetti che è il Coordinatore scientifico dei percorsi didattici e responsabile Lab3- Fondazione Istituto Tecnico Superiore per le Nuove Tecnologie della Vita Alessandro Volta.

La loro scuola è al confine, in un campo scientifico che ospita il sincrotrone, l’acceleratore di particelle. Esso è in una grande struttura beige che sovrasta la zona e tutti ne parlano con grande deferenza.

Nell’istituto ci sono diversi percorsi formativi per i tecnici biomedici.

Ad oggi i ragazzi fanno training su una sala operatoria, una di rianimazione, su una TAC e un radiografo. Hanno anche la possibilità di lavorare su un separatore cellulare e un sequenziatore del DNA e altre macchine similari

Il nuovo biennio 2017/2019 è suddiviso in due percorsi: TIB e TAB.

Il TIB è un percorso per tecnici elettromedicali e la diagnostica per immagini.

Il TAB si occupa di informatica medica e al suo interno c’è un modulo sulla stampa 3D.

  1. Il MIUR ci ha chiesto che i nostri percorsi curvassero verso l’industria 4.0 e crediamo che siano proprio le start up come ASTRATI siano coloro che illuminano il futuro e indicano la direzione da prendere.

Contemporaneamente siamo stati convocati dalla nostra associazione di riferimento l’AITA – Associazione Italiana Tecnonolgie Additive, per discutere sul GdL formazione con  l’obiettivo di formare una figura tecnico-professionale che attualmente non esiste sul mercato e che presto sarà indispensabile alle aziende per rispondere alle sfide di Industria 4.0.

Enrico parte per Cinisello Balsamo e lì si incontra con altre aziende. Astrati insieme a FCA, EOS, l’Istituto Italiano di saldatura, ITS Lombardia ed altri, discutono sulle competenze che dovrebbero avere queste figure. Il tavolo è moderato dal sempre attivo Enrico Anacondia.

Intanto penso alla prima conferenza alla quale ho assistito sull’argomento, era febbraio 2016 a Düsseldorf. Il titolo era: “Did you know?” ovvero come faremo ad insegnare una tecnologia che è veloce, molto veloce nella sua evoluzione?

Da una parte bisogna lavorare con le aziende, questo è vero, ma una  azienda sarà ben contenta di prendere in tirocinio un ragazzo preparato per quel che le serve, non può investire soldi su un ragazzo impreparato.

Il tavolo di discussione indetto dall’AITA è un buon punto di partenza per far crescere le professionalità nel campo Additivo e Astrati è felice di farne parte.

#Aita #lab3 #tecnologieadditive #stampa3d #its #Genova #astrati #FondazioneIstitutoTecnicoSuperioreperleNuoveTecnologiedellaVitaAlessandroVolta #formazione

Post recenti

Mostra tutti
Astrati logo
Contattaci/Contact us
Get social with Astrati

Astrati di Olia Enrico

P.IVA 02661340998

Tel./Phone:         +39 010 4558971

WhatsApp          +39 348 3642495
Email:                 info@astrati.eu
Indirizzo/Address:

Via Caprera 8/2

16146 Genova

  • YouTube Social  Icon
  • Twitter Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon

Enrico Olia 2019 tutti i diritti riservati.

Enrico Olia 2019 all rights reserved.